Scuola inclusiva

 Una scuola inclusiva deve sempre “promuovere il diritto di essere considerato uguale agli altri e diverso insieme agli altri”

L’inserimento degli alunni con bisogni educativi speciali

L’Istituto ha da sempre mostrato una attenzione particolare ai processi di integrazione scolastica a partire dalla Legge Quadro 104 del 1992 per la disabilità e la L. 170/2010 e successive integrazioni per gli alunni con DSA.

Oggi ha racchiuso ed integrato il termine “integrazione” con il termine “inclusione” come suggerisce la Direttiva Ministeriale del 27/12/2012 e la successiva la C.M. n. 8 del 06/03/2013 “Indicazioni operative … Strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”.

Il processo di inclusione attuato dall’Istituto si riferisce alla globalità delle sfere educativa, sociale e politica, guarda a tutti gli alunni (indistintamente/indifferentemente) e a tutte le loro potenzialità, interviene prima sul contesto, poi sul soggetto.

Per la realizzazione di questo processo e affinché esso abbia efficacia ci si avvale di una rete di operatori:

  • GLI di Istituto (Gruppo di Lavoro per l’Inclusione)
  • Famiglie
  • Assistenti Educatori
  • ASL e Neuropsichiatrie
  • Enti Territoriali

I docenti possono trovare nel registo, nella sezione "Didattica > Condivisi > da Aldo Taorina" materiale utile alla redazione dei PDP e il font suggerito per i DSA.

Allegati
Piano inclusione, rilevazione dei BES presenti (PDF)
Azioni e modalità di intervento (PDF)
Attestato scuola dislessia amica (PDF)